Contatti
Mappa del sito

© Alliance Française de Gênes


 
 

Viaggiatori del 1800 in Egitto

giovedì 3 novembre ore 17.30

« Viaggiatori del 1800 in Egitto »

Conferenza di Maurizio Re

In collaborazione con La Mela di Vetro Internazionale e il CIV Meridiana

e inaugurazione della mostra

“Viaggiatori del 1800 in Egitto – Graffiti”

La spedizione napoleonica in Egitto e la decifrazione dei geroglifici da parte di Champollion fa esplodere in Europa la cosiddetta “Egittomania”.

Viaggiatori da tutto il mondo iniziano ad includere nel loro Grand Tour il paese dei Faraoni.

Alimentato da una passione per la terra d’Egitto, nei numerosi viaggi di studio nella “Terra di Khemet” ho fotografato e catalogato i graffiti eseguiti dai viaggiatori nei vari secoli sui monumenti egizi. Effettuando collegamenti dei nomi dai numerosi libri scritti dagli stessi principalmente nel 1800, dopo la spedizione napoleonica che diede il via alla passione del viaggio in questa meravigliosa terra piena di cultura ed antichità, ne è uscita una meravigliosa storia da raccontare piena di avventura, di passione, e... rivalità fra personaggi appartenenti a nazioni diverse che in Egitto si contendevano la presenza per motivi ovviamente politici, militari ed economici. Così da questo studio ne è venuta fuori un avvincente storia e riscoperta di avventurieri, politici e militari che rischiavano l’oblio dai non addetti ai lavori e che si possono tranquillamente annoverare tra i primi nomi che contribuirono volontariamente o no alla nascita dell’egittologia moderna. Nel corso di queste mie ricerche ho incontrato molte persone che hanno collaborato con me, con grande competenza, alla riscoperta di questo argomento parallelo allo studio dell’egittologia e insieme abbiamo fatto molta strada con molte conferenze interessanti sull’argomento a cui ho avuto l’onore e la fortuna di vedere partecipare e conferenziare famosi egittologi di fama internazionale, scrittori e giornalisti. Maurizio Re

Al termine dell’incontro, alcune allieve del “Gruppo Saida” si esibiranno in una danza Saidi, una delle espressioni più tipiche del folclore egiziano.

Haut de page